Questo sito web utilizza cookie.
Questo sito web utilizza cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando e utilizzando il sito si acconsente all'uso dei cookie. Per gestire, disabilitare o eliminare i cookie, accedere alle impostazioni del browser. Per saperne di più sull'informativa sui cookie.
Sistemi di sicurezza: bonus fiscale 2020
del 15-01-2020 in News

La Legge di Bilancio ha prorogato anche per il 2020 il bonus fiscale per le ristrutturazioni e i sistemi di sicurezza. Niente ansia da ritardi, dunque. Chi deciderà di proteggere la propria abitazione con i sistemi di sicurezza DAITEM potrà usufruire dell’agevolazione del 50% per tutte le spese effettuate dal 26 giugno 2012 al 31 dicembre 2020. La legge agevola espressamente gli interventi sugli immobili residenziali “relativi all'adozione di misure finalizzate a prevenire il rischio del compimento di atti illeciti da parte di terzi”.

Cosa prevede il bonus fiscale

Sotto forma di detrazione IRPEF, il bonus fiscale del 50% fino all’ammontare di 96.000 euro per unità immobiliare comprende le spese effettuate sia per ristrutturazioni delle abitazioni che delle parti comuni negli edifici residenziali. Non è ammesso alcun rimborso per le somme eccedenti l’imposta.

Agevolazioni sugli impianti di sicurezza

In particolare, la detrazione del 50% per unità immobiliare è prevista per l’installazione o la ristrutturazione di allarmi, sistemi antifurto per finestre esterne (installazione, sostituzione dell’impianto o riparazione con innovazioni), apparecchi rilevatori di prevenzione antifurto e relative centraline; fotocamere o cineprese collegate con centri di vigilanza privati. 
Inoltre, il bonus fiscale è applicabile alle parti condominiali per allarmi, riparazioni senza innovazioni dell’impianto o riparazione con sostituzione di alcuni elementi.

Chi può usufruire della detrazione fiscale?
Possono godere del bonus tutti i contribuenti assoggettati all’IRPEF: i proprietari, ma anche gli inquilini e i titolari di un diritto reale di godimento quale usufrutto, uso, abitazione o superficie. 

Bonus fiscale 2020: quali sono le spese detraibili
La detrazione al 50% fino all’ammontare di 96.000 euro è applicabile per tutte le spese necessarie per l’esecuzione dei lavori. Possono essere comprese nel bonus fiscale, inoltre, le spese per la progettazione e le altre prestazioni professionali connesse, le spese per l’acquisto dei materiali, il compenso corrisposto per la relazione di conformità dei lavori alle leggi vigenti e l’IVA.

Cosa fare per fruire della detrazione
Per ottenere il bonus fiscale per ristrutturazioni immobiliari e sistemi di sicurezza sarà sufficiente effettuare i pagamenti con bonifici bancari o postali “parlanti” in cui si specifica la causale del versamento, il codice fiscale di chi paga e il codice fiscale o partita IVA del beneficiario del pagamento.
Inoltre, si dovranno indicare nella dichiarazione dei redditi i dati catastali identificativi dell’immobile. Conservare e, successivamente, esibire i seguenti documenti: le ricevute dei bonifici e le relative fatture delle spese sostenute, la dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà con la data di inizio lavori, le ricevute di pagamento dell’IMU, l’eventuale delibera assembleare di approvazione dell’esecuzione dei lavori per gli interventi su parti comuni e la domanda di accatastamento. 

Per maggiori informazioni è possibile consultare la guida alle detrazioni fiscali dell’Agenzia delle Entrate.

© Copyright 2021 DAITEM | P.IVA 01520211200 | Informativa sulla privacy | Gestione dei cookie